itzh-CNenfr

INCONTRA CAMPOBASSO, IL MOLISE

Conosci Campobasso?

Capoluogo di una regione, il Molise, che fatica a superare i 300.000 abitanti sembra essere stretta fra regioni che vantano una più vasta e solida economia quali la Puglia, l’Abruzzo e la Campania. Giovane, nata solo nel 1963, ha nella sua caratteristica collinare montuosa uno dei suoi fattori qualificanti. Il Molise è una sorta di diffuso parco naturale ed i Periti Agrari che sono usciti e che usciranno dall’ITA  Larino da sempre ne sono i garanti e i gestori.

Il Collegio non vanta grandi numeri di iscritti, ma nella sala, già sede della Prefettura, ti accorgi, incontrandoli uno ad uno, che ti trovi di fronte a vere e concrete eccellenze. Produttori di olio, ottimo olio, in Italia ce ne sono molti, ma produttori che sperimentano nuove forme di allevamento intensivo sono ancora pochi. Giovanni (Di Vito), ha voluto andare avanti e sperimentare nuovi sistemi di allevamento in tensivo e nuovi oli che incontrino e “attirino” il gusto del cliente. Olio eccellente il suo lo avevamo gustato proprio la sera prima. Profumo e sapore molisano. Stringi la mano a Diego (Scarano) e scopri che è il numero uno in Italia per la selezione di polli ornamentali (i trofei conquistati anche internazionali sono davvero tanti. Lui si sente solo all’inizio). Si presenta il giovane Segretario, Francesco Donato (Picanza) e ci dice che da anni opera nell’ambito delle stime da avversità naturali. Un altro giovane ti avvicina, si chiama Antonio (Filippetti), e dialogando ti dice che da poco è diventato consigliere comunale di un piccolo comune che ha però una superficie molto vasta, ovviamente montuosa. Si sta occupando di EMAS, l’ambiente è e sarà una delle scommesse economiche del nostro Paese. Lo hanno scoperto anche i suoi colleghi consiglieri e il sindaco proprio perché lui è un Perito Agrario. Durante l’assemblea interviene Enrico (Tozzi) uno di quei colleghi che i tempi li ha anticipati. E’ stato ed è un antesignano della produzione di agavi e dei prodotti derivati per la cosmesi e salute. In Italia sono pochi e di altamente specializzanti. Ma lui produce anche enzimi, uno di quei “prodotti” inspiegabilmente ancor poco impiegati in agricoltura. La mattinata scorre sotto la magistrale regia del nostro presidente Giacomo (Picone). Quando parla e osservi chi lo ascolta ti accorgi che da queste parti “sanno chi è”. Il suo tracciare il percorso dei Periti Agrari e Periti Agrari Laureati 1.0; 2.0 e oggi 3.0 (la geomatica), è seguito da un assordante silenzio della sala e i volti tracciano linee di evidente soddisfazione.

Grazie a lui, non è casuale che anche la preside dell’ITA di Larino, la Prof.ssa Angela Maria Tosto, non solo partecipi, ma abbia coinvolto, insieme ai suoi preziosi insegnanti i ragazzi. “Queste occasioni sono un’iniezione di fiducia, in un quadro di diffusa demotivazione. Occasioni di orientamento, fanno capire come la Scuola Agraria trasmetta non solo Competenze, che nascono e si consolidano nel sapere, ma sviluppano e accrescono capacità di adattamento.”

Durante tutta la mattinata lo sguardo attento della Prof.ssa Giovanna (Vizzarri) segue ogni parola. Per lei la scuola agraria è davvero una scuola di vita.

E alla fine anche uno stupendo tagliacarte in acciaio, realizzato dal maestro Aldo Parrella, frutto di una memoria artigiana che affonda le sue radici nei secoli del rinascimento, consegnato da Ascenzo (Ruta) ti fa apprezzare e riscoprire come la categoria dei Periti Agrari viene da lontano ed ha davanti sé una strada che la porterà verso nuovi orizzonti.

A fianco del presidente Picone, c’è sempre Giuseppe (Zingarelli) uno che da queste parti è particolarmente apprezzato, non solo per le sue qualità professionali, ma anche per quel contributo rilevante e qualificato che ha dato alla nostra cassa nel passaggio da giovane a matura. Anche a lui si deve l’elaborazione e l’approvazione del Regolamento della GSPA (quello in vigore) che ci permette di vantarci del nostro moderno Welfare di categoria.

Ed infine, anche la Signora Picone, ci ha onorato della sua presenza di moglie e …. di collega Agronoma. Il suo, forse, è uno dei matrimoni meglio riusciti fra Periti Agrari (Giacomo) e Agronomi la Sua Signora. Che sia di buon auspicio?

Complimenti e continuiamo a stringere i nostri ragazzi al cuore della nostra categoria.

 

  • Visite: 352