itzh-CNenfr

ALLO STANGA 90 ANNI FRA STORIA E FUTURO

A Cremona tutti conoscono lo “Stanga” la Scuola Agraria per eccellenza. La Scuola Agraria che ha fatto l’eccellenza dell’agroalimentare di Cremona e della Lombardia.

Compiere 90 anni e portarli con lo sguardo rivolto ad un domani già in cantiere qualifica ancor di più i contenuti di un convegno celebrativo, progettuale che ha visto una sala attenta e partecipata.

La presenza del Sindaco di Cremona Galimberti, del Presidente della Provincia Viola e del Consigliere della Regione Lombardia Lena hanno dato la misura di un’attenzione che le istituzioni riservano al loro gioiello scolastico professionalizzante.

Ed i saluti non sono stati formali. Comune, Provincia e Regione sono impegnati a proiettare lo Stanga verso un moderno modello professionalizzante.

Nella sede di Via Milano convive un modello scolastico, formativo universitario raro in Italia. l’Istruzione Professionale che prepara la manovalanza qualificata per aziende che vantano primati assoluti produttivi soprattutto cerealicoli, orticole e frutticole, di allevamenti da latte e da carne, ed oggi le agroenergie. L’Istituto Tecnico Agrario che vanta qualità professionali diffuse in tutti i livelli della filiera agroalimentare. La presenza del Perito Agrario, Dott. Veterinario Tiziano Fiusar Poli, Presidente della Latteria Soresina, una regina assoluta nel settore lattiero caseario; da sola vanta una produzione di latte e derivati pari al 4,5 % del latte prodotto in Italia e il 12% di produzione del re dei formaggi italiani, il Grana Padano; del Dott. Alquati Direttore storico e appassionato della Scuola Casearia di Pandino e dell’azienda agraria; lo sguardo attento e commosso del Per Agr Bertolini che rappresenta un vanto della scuola di Cremona, ha diretto la Cardolini, grappa fra le più famose d’Italia e la Branca, uno dei marchi vanto italiano affermato nel mondo; del Presidente del Collegio dei Periti Agrari e Periti Agrari Laureati Amedeo Ardigò e dell’immancabile Ettore Amodio, molti ex che da queste parti non si sono mai sentiti ex, e i presidenti di APIMA, della Cia e dell’ANGA, ha creato un’atmosfera di profonda intensità

Ascoltare che è già in cantiere un Campus d’eccellenza dell’agroalimentare, dove Istruzione/Formazione Professionale, Istruzione Tecnica Agraria, Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza apre certamente lo sguardo ad una “Evoluzione” del comparto agricolo e alimentare italiano. “La sfida dell’oggi è vivere il futuro come scienza della storia. Fare sistema accompagna il processo di evoluzione della specie umana di fronte ai profondi cambiamenti cimatici, economici e sociali dell’umanità. Occorre che la scuola solleciti nei giovani inventiva e la convinzione che la storia va vissuta con spirito di adattamento.”  Affermazioni che in un attento silenzio il prof Morelli (Direttore del dipartimento di Scienze e Tecnologie alimentari per una filiera agroalimentare sostenibile dell’Università Cattolica del Sacro Cuore) ha inserito nella sua apprezzata relazione.

E per concludere le relazioni del Presidente della Latteria Soresina e dell’A.D. della Ferraroni mangimi, il Dott Maurizio Ferraroni, che non si sono soffermate sulle consuete affermazioni che caratterizzano l’incontro fra domanda e offerta di lavoro. Fra lavoro qualificato, specializzato e le imprese, ma entrambi hanno descritto come entità produttive oggi debbano essere considerate e vissute con atteggiamento compartecipante. Non si lavora in un’impresa, si “vive” l’impresa e le sue dinamiche e la formazione permanente, che specializza e motiva, accompagna i suoi processi evolutivi. Lo Stanga, anche dopo il diploma, ed oggi la laurea, oltre al fornire le figure altamente competenti è anche al fianco delle imprese che a scuola ritornano per approfondire l’innovazione delle tecniche produttive e dei nuovi modelli gestionali.

Se un evento ha lasciato qualche traccia lo si rileva soprattutto negli sguardi dei partecipanti che soddisfatti al termine hanno accompagnato con un caloroso applauso i saluti dell’instancabile Preside, la Prof.ssa Maria Grazia Nolli.

Una presenza, la Sua, che ha dimostrato, ancora una volta, nella giornata celebrativa della donna, che il nostro Paese avrà un futuro se saprà valorizzare la loro forza generatrice.

Lo Stanga 90 anni e li dimostra tutti in qualità e prospettiva. Lo Stanga 90 anni di presidi, insegnanti, personale non insegnante e studenti che si ritrovano protagonisti della qualità di un intero territorio. Auguri.

 

 

 

  • Visite: 475