Per contatti telefonici: 0648906713

itzh-CNenfr

I PERITI AGRARI E PERITI AGRARI LAUREATI PRONTI ALLA “SFIDA” DEL PNRR

PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza), non è un gioco di parole e nemmeno il luogo dei sogni. La Pandemia, la guerra in Ucraina e i cambiamenti climatici hanno sollevato quel coperchio sulle criticità strutturali del nostro Paese rendendo evidenti fragili condizioni sociali e territoriali.  Tutti ne erano, ne eravamo consapevoli, ma in molti ritenevano che gli autoprocessi evolutivi dell’economia e della società potessero in qualche misura colmare questi deficit. Contestualmente il ruolo regolatore dello Stato si faceva sempre più debole dovuto alla diminuzione delle risorse causate dall’elevato indebitamento e da politiche di rigore, che sembrano dover essere superate proprio alla vigilia della pandemia.

Nel frattempo, fattori catastrofali ambientali, non ultima la gravissima siccità che interessa l’Italia e non solo, impegnano popoli e stati in una rincorsa continua a limitarne e recuperarne gli effetti con costi umani ed economici elevati, qualche volta insostenibili. La tenuta sociale del nostro Paese ha sempre trovato nel Welfare, fondato spesso sull’indebitamento, il proprio ammortizzatore. Da tempo quel Welfare sembra porsi in competizione con le politiche di investimento e sviluppo.

© Collegio Nazionale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati
Codice Univoco: UFUWED | Codice Fiscale: 80059230583 | PEC [email protected]
 Website realizzato internamente dal CNPAPAL tramite software Open-Source