Per contatti telefonici: 0648906713

itzh-CNenfr

IL GOVERNO DRAGHI E LA NOSTRA ITALIA AGRICOLA … NOI CI SIAMO

 

Basterebbe del discorso programmatico del Presidente Draghi, rileggere con attenzione il paragrafo che segue la citazione di Papa Francesco, per avere un sussulto di vera gratitudine.

Il Presidente Draghi ha scandito che  “prima o poi la luce ritorna e tutto ricomincia …”, per questo siamo chiamati a: “Proteggere il futuro dell’ambiente, conciliandolo con il progresso e il benessere sociale…” e tutto ciò “richiede un approccio nuovo: digitalizzazione, agricoltura, salute, energia, aerospazio, cloud computing, scuole ed educazione, protezione dei territori, biodiversità, riscaldamento globale ed effetto serra, in quanto facce di una sfida poliedrica che vede al centro l’ecosistema in cui si svilupperanno tutte le azioni umane”.

Basterebbe ricordare quel passaggio, il primo per un Primo Ministro, sulla strategicità dell’Istruzione Tecnica e dell’Istruzione Tecnica Superiore definite: “pilastri importanti del sistema educativo”, per dare senso concreto alle vere priorità per far ripartire l’Italia e con Lei l’Europa. Senza macchinisti nessun mezzo si muove, e chi manovra lo impara a scuola.

Queste affermazioni valgono per tutti i settori produttivi orfani da troppo tempo di una insufficiente istruzione tecnica e da una marginale Istruzione Tecnica Superiore (poco meno di venti fondazioni sono solo il primo granello di senape seminato nello sterminato campo dei bisogni educativi e professionalizzanti), ma valgono ancor di più per l’agroalimentare che nei palazzi è sempre stata considerata una Cenerentola senza scarpe.

Finalmente, possiamo affermare che “Un” Presidente del Consiglio ha affrontato la scalata della irta parete della pandemia e della post pandemia mettendo in cordata i temi prioritari da affrontare e i soggetti chiamati a compartecipare ad aggiustare “l’opera del Signore”.

I Periti Agrari e Periti Agrari Laureati, categoria vocata alla gestione dell’ambiente, delle biodiversità, del territorio e delle agricolture, non solo condividono la profondità e la concretezza da sempre dimostrata dal Presidente Draghi; non solo intravvedono un cambio radicale di rotta nel Suo programma rigenerativo; non solo percorrono il tunnel dell’incertezza ma avvertono la sensazione che imboccando la giusta galleria si intravvede qualche fioco bagliore che gradualmente vince l’oscurità delle viscere della terra. I Periti Agrari e Periti Agrari Laureati con tutto il loro bagaglio di storia, di serietà, di equilibrio, di opera dialogante e di servizio, di azione sussidiaria, sanno che oggi più che mai devono assumersi la responsabilità e l’impegno a compartecipare all’ambizioso progetto di rigenerazione del nostro Paese.

Il Governo, tutto il Governo, guidato dal Presidente Draghi può certamente contare su un esercito di professionisti, di tecnici diplomati e laureati che rappresentano il pilastro principale sul quale investire in “presente e futuro”, consapevoli che le risorse sono utili, ma le professioni lo sono di più. Il Recovery rappresenta un Piano straordinario per rigenerare la locomotiva, ma uomini di bordo e passeggeri sanno che arriveranno a destinazione solo se a guidarla vi è un macchinista preparato e motivato.

La nostra categoria assumendosi questo impegno ha la necessità, però, di chiedere al Governo e al Parlamento di riformare il proprio Ordinamento al fine di liberare tutte quelle energie che certamente nel quadro del Programma di Governo possono svolgere un ruolo strategico. Una riforma che non costa nulla all’Italia, ma che modernizzando la categoria libera le migliori energie e intelligenze dell’agroalimentare, del verde (green è parola oggi sulla bocca di molti, ma che nei Periti Agrari motivano la loro vita da secoli) per riavviare il nostro Paese. Unico vincolo, quasi una costrizione, da superare è vincere il tempo. Non c’è più tempo per le troppo parole vuote di prospettiva. Questo è il tempo della semina.

Il Presidente, e il Governo Draghi … non lo aspettiamo … siamo pronti ad accompagnarlo.

, in questo tratto di strada da percorrere insieme.

 

 

 

 

Il Presidente Collegio Nazionale

Periti Agrari e Periti Agrari Laureati

          Per Agr Braga Mario   

  • Creato il .
  • Visite: 93

© 2020 Collegio Nazionale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati
Codice Univoco: UFUWED | Codice Fiscale: 80059230583 | PEC [email protected]
 Website realizzato internamente dal CNPAPAL tramite software Open-Source