itzh-CNenfr

AL BONSIGNORI CON GLI OCCHI AL FUTURO

 La mattinata ha offerto due eventi: la distribuzione degli attestati agli allievi per l’uso dei fitofarmaci, e l’incontro con le quinte per presentare la nostra categoria.

Più di quaranta i ragazzi che hanno frequentato il corso fitofarmaci tenuto dal Presidente del Collegio Marco Cuter e organizzato dal Consorzio CISI in  collaborazione con l’ITA Bonsignori. La scuola in questo modo dimostra davvero di aprirsi alla professione.

Il corso ha coinvolto i ragazzi delle quarte e delle quinte classi e l’alto numero di iscrizioni da la misura del grande interesse che viene riservato alle iniziative di formazione che aprono spiragli di competenze che i Periti Agrari e Periti Agrari Laureati svolgono da tempo. Del resto la parola d’ordine dell’Europa e dell’Italia è “Sostenibilità”.

A seguire la Preside Ravelli, coadiuvata dalla Prof.ssa Mura e dal prof. Nodari hanno promosso un incontro con le quinte per presentare l’Albo e le prospettive professionali che dischiude.

I ragazzi attenti hanno seguito ogni parola del Presidente Cuter che ancora una volta ha rimarcato come l’Albo sia la casa aperta dei Periti Agrari che a Brescia rappresentano uno dei pilastri del livello di qualità produttiva raggiunto dalla filiera agroalimentare.

Ma questi incontri aiutano anche a comprendere come si evolve, come cambia la scuola tecnica agraria. Serve a comprendere come i ragazzi scelgano questo indirizzo certi che possa aprire la possibilità di intraprendere il completamento del percorso professionalizzante anche in indirizzi della medicina e della cultura.

Uno spaccato che ci fa esprimere l’orgoglio di un indirizzo che storicamente è stato fulcro di crescita e sviluppo dei territori.

Forse i nostri istituti Tecnici Agrari potrebbero essere a pieno diritto riconosciuti come “Licei  Agrari”.

 

 

  • Visite: 94