ITS - A LOCOROTONDO CONSEGNA DEI DIPLOMI.

its-28-marzo-2.jpg

 

Il Prof. Savino, Presidente della Fondazione ITS, ma anche anima degli ITS italiani Area Tecnologica, Made in Italy – Ambito agroalimentare, ha fortemente voluto questa manifestazione di consegna dei diplomi ai suoi ragazzi “Tecnico Superiore in marketing e comunicazione dei prodotti vino e olio”.

Una manifestazione che ha alternato relazioni (Prof. Petruzzelli Messeni docente POLIBA) – Industria 4.0: un’opportunità per la filiera agroalimentare; a presentazione del corso e delle sue finalità; e a interventi istituzionali di particolare rilevanza vista la partecipazione dell’Assessore regionale all’istruzione, formazione professionale e lavoro, il Prof. Sebastiano Leo. L’assessore non è stato in superficie ma ha approfondito i temi che possono rilanciare la scuola. .. Non smantellare i laboratori. Le aziende cuore pulsante degli ITA … non scimmiottare i modelli esteri … gli ITS dell’Agroalimentare  hanno più difficoltà degli altri indirizzi ma sono un’eccellenza …occorre promuovere percorsi di orientamento in entrata e in uscita che aiutino le scuole a preparare giovani per rispondere alla domanda reale del territorio … Ed infine l’Assessore Leo ha assicurato il Prof. Savino che si impegnerà affinché le consistenti risorse che eroga la regione a sostegno del sistema ITS vengano erogate in tempi giusti. Intervento apprezzato e applaudito.  Ma il cuore dell’evento è stato rappresentato dagli interventi dei ragazzi (molti dei quali già occupati con uno sguardo che esce dai confini della regione Puglia) che narrando le loro storie professionalizzanti hanno, ancora una volta, fatto emergere il ruolo che gli ITS svolgono nel sistema scolastico italiano. Quattro moduli, due anni di lezioni altamente specializzate e alternanza scuola lavori, pur fra qualche distrazione del tessuto produttivo ed economico del territorio, ha dimostrato di riconciliare la scuola con le imprese. Certamente una sfida che sostenuta dalla passione e dalla riconosciuta professionalità del Prof. Savino muove passo dopo passo verso quel radicamento che completa l’offerta professionalizzante di Locorotondo.

Una opportunità rilevante che nella stretta sintonia e sinergia con l’ITA (il Prof. Fragassi ha seguito ogni passo dell’evento) afferma un moderno modello professionalizzante.

Anche per questi motivi non poteva mancare la presenza del Consiglio Nazionale, dei Collegi territoriali (Presenti il Presidente di Taranto, Carmignano le nostre colleghe Bellino e Musa,  e dell’Enpaia (assente giustificato in quanto nello stesso giorno era stato convocato il Comitato Amministratore). Sono comunque arrivati i saluti del presidente della Commissione GSPA Lattarulo. Alla manifestazione non ha voluto far mancare l suo affetto lo “storico preside” il Prof, Martino Pastore che soffermandosi con il Presidente Braga ha ripercorso le iniziative europee che Locorotondo aveva organizzato con il “Bonsignori” di Remedello. Momento di commozione è stato il ricordo del prof. Mattioli che a Remedello ha lasciato una traccia indelebile e profonda.

Il tutto orchestrato sotto la magistrale regia del Dott. Mangialardi Nicola, giornalista di Telenorba. E per concludere la degustazione di vino e olio due prodotti regnanti della Puglia.

  • Creato il .
  • Visite: 88